Classifichette…58- le stecche del Festival – NabikiBLòB! Skip to main content

Classifichette…58- le stecche del Festival

Continuiamo la serie di classifichette che faranno da traino al SanremoHorror 2018.

Adoro stilare le classifichette prefestivaliere, un po’ perché gira che ti rigira si trova sempre qualcosa da dire, un po’ perché amo riaprire i cassetti della memoria e soprattutto perché quando le butto giù, significa che manca poco alla “settimana più trash dell’anno in cui tutto si ferma”.

Non vedo l’ora di commentare le serate con voi ragazzi, in questi anni ne abbiamo viste di cose, ci siamo perfino sorbiti le interviste di Morandi e i broccolamenti di Fazio, abbiamo abbattuto più di un Modà, cercato inutilmente le tette di Noemi e assistito alla “reunion delle reunion” con mano sul cuore al grido di NOSTALGIA NOSTALGIA CANAGLIA.

E come i veri addetti ai lavori non avete idea della preparazione che c’è dietro al Sanremo Horror Picture Show…innanzitutto le discussioni della nostra strampalata “redazione” dall’inizio dei primi rumors di agosto, quando solitamente si scelgono i conduttori, le case discografiche “escono” le prossime uscite e guardando chi pubblicherà il disco a metà febbraio si comincia a delineare il toto-big (salvo poi farci fregare sistematicamente da qualcuno che ci infila a tradimento la Zolletta Fornaciari di turno), si spera ogni anno nel ritorno di Massimo Di Cataldo, dei Jalisse o di un Valerione Scanu che ci sorprenda… magari nel giusto debutto di un Solange.

Si litiga anche,  si assegnano compiti e ruoli, fermo restando che comando io, che il marchio è mio, dal Vani(ty)loquio ad oggi, il Sanremo Horror Picture Show si appresta a celebrare la sua ottava edizione.

E oggi parliamo di stecche, argomento difficile, quasi come le migliori performances, con la differenza che per le migliori esibizioni avevo pochissima scelta, mentre per le stecche c’è l’imbarazzo, non solo della scelta!

 

10° POSIZIONE

SIBILLA-OPPIO-1983

Quando qualcosa passa alla storia come questa esibizione, non ci si stupisce che appaia e scompaia da Youtube.

Un po’ come il famoso video della caduta di Gianni Sperti, il cruciverbone della Bonaccorti e la Sandra Milo che scappa urlando CIRO ODDIOODDIOODDIOOH, il video di Sibilla, che poverina, aveva il microfono aperto durante il playback nel lontano 1983, viene puntualmente caricato e rimosso.

E un po’ ci dispiace inserirla in questa classifica, ma fa parte della storia del festival.

 

 

 

9° POSTO

ANTONELLA BUCCI-IL MARE DELLE NUVOLE-1993

Antonella Bucci è stata una delle meteore che rovinò sull’Ariston nel 1993, forte del successo scaturito da quel duetto con Eros Ramazzotti nella smielatissima “Amarti è l’immenso per me” che tanto ci aveva spappolato le orecchie nei mesi precedenti.

Grandi aspettative, pompatissima, pupilla di Eros, quando ancora non esistevano i talent, ricordo tutti dicevano “vince lei” ancor prima di sentirla.

Purtroppo l’esibizione calante, gli acuti mancati, i gridolini e la comparsata di una ragassa genuina from Solarolo che raccontava di tale Marco mai più tornato a prender il treno delle 7.30, hanno fatto sì che di Antonella Bucci rimanga solo questo triste ricordo…

 

 

 

8° POSIZIONE

MARCO CARTA- LA FORZA MIA- 2009

Vabbè, me la immagino Grazia Di Michele svaccata sul divano con tanto di champagne e pop-corn a rosicare fino alle lacrime.

Perché “Carta canta” disse Morgan durante una celebre lite con la Ventura ad XFactor, e perché nonostante tutto, Carta vince.

 

 

7° POSTO
NICCOLO’ FABI- LASCIARSI UN GIORNO A ROMA- 1998

Voi non avete idea di quanto ancora oggi mi piaccia da matti questa canzone, peccato per il disastro completo sotto il punto di vista vocale, non solo la prima serata.

Ma che volete farci, edizione talmente maledetta che fu vinta dalla Minetti.

 

 

 

6° POSIZIONE

AL BANO- DI ROSE E DI SPINE- 2017

Grazie al cielo, le ultime edizioni del festival non hanno il video di Youtube, ma vi avrei risparmiato lo strazio comunque.

Tutti su questo blog vogliono bene ad Al Bano, alla sua proverbiale simpatia e al suo basso profilo, la sua umiltà…indimenticabile l’aplomb con cui ha sempre saputo smorzare ogni polemica, per esempio strappando un fiore dal bouquet di Ermal Meta, perché Al Bano eliminato non se la prende mica!

Ma due infarti non hanno fermato la malsana idea di Carlo Conti di invitarlo a cantare.

Al Bano, perdonaci! lo abbiamo fatto per te, avevamo seriamente paura per la tua salute, ti abbiamo dovuto eliminare ma non è colpa tua!

 

5° POSIZIONE

MORGAN E I BLUVERTIGO- SEMPLICEMENTE 2016

Scusate se sono di parte.

Purtroppo non c’è il video nemmeno stavolta (peccato, c’era una chitarra volante), purtroppo però abbiamo l’audio originale della prima esibizione.

Vogliamo dirlo che se Morgan avesse cantato decentemente questa roba avrebbe quantomeno vinto il premio della critica? No? Vi meritate la vittoria degli Stadio con l’inno al family day allora!

Mannaggia a te Morgan! Mannaggia a te!

 

 

 

4° POSTO

MARIA PIA & SUPERZOO- TRE FRAGOLE- 2003

Mamma mia che paura, ancora me la ricordo sta matta coi capelli da supersayan, se non altro perché all’epoca era una delle prime a provenire dal forno della DeFilippi.

Vai socio, dillo che hai i geloni ai piedi…

 

 

DAI! TUTTI IN CORO! Tre ffagrole è a dofè ghe prend se piango quando mi fento fola ffewfeffefvvoongo kebbàb

 

 

3° POSTO

DUETTI MALRIUSCITI (CON UNA PUNTA DI PAOLA E CHIARA)

Partiamo da questo duetto che nessuno ricorda, nel 2000 l’ex trottolino amoroso e la ex cantautrice triste decidono di unire i pianoforti in questa splendida rimpatriata sanremese…peccato, il maestro Minghi ad un certo punto si scorda completamente le parole, della serie quando il duetto ti salva…

 

Oh, a me non dispiaceva per niente sta canzone.
Come mi piaceva un sacco la canzone di Mango e Zenima, Zenima che non azzecca un controcanto che è uno.
Dicono gli addetti ai lavori che Mango si arrabbiò in maniera pesante dietro le quinte, tanto che poi nelle successive esibizioni la rimise al suo posto facendo tutto da solo.

Ma che bella era questa LUCE? 1998 per voi, signori.

 

 

Concludiamo con le sorelle Iezzi, la risposta intelligente alle sorelle Boccoli dell’89.
No vabbè, non volevo ardire cotanto paragone. No aspè, sì che volevo.
Ricordo che quando ascoltai per la prima volta questa “Amici come prima” mi chiesi per quasi tutta la canzone “ma quando smettono di cantare in coro ste due?” perché il coro è una roba da coro, non da duetto. Non so se mi sono spiegata, mi aveva stranito. Sublime infatti il momento in cui Chiara sbaglia l’attacco del secondo ritornello. Che ci crediate o no vinsero loro.

 

 

 

2°POSIZIONE

LE LOLLIPOP- BATTE FORTE-2002

Ogni commento a questo punto sarebbe superfluo.

 

 

 

 

 

1° POSTO

FIORELLO- FINALMENTE TU-1995

Vincitore annunciato nel 1995 (si vociferava o lui o Max Pezzali…che tanto cantavano le stesse canzoni), Rosario Fiorello, personaggio del momento, idolo del Karaoke, fidanzato della valletta Anna Falchi, fidanzato d’Italia, milioni di dischi venduti…eccolo qui, finalmente tu-finalmente al festival.
Sarà stata l’emozione, sarà stata l’orchestra a cui non era assolutamente abituato, sarà stata la cocaina di cui faceva uso, sarà stato che quell’anno alla fine la spuntò la semi-sconosciuta Giorgia che mise tutti d’accordo, fatto sta che Fiorello inanellò una serie di esibizioni imbarazzanti che tutti ricordiamo…

 

 

 

Bene ragazzi, spero che questa classifichetta sia stata di vostro gradimento e vi rinnovo l’invito a partecipare all’evento del Sanremo Horror Picture Show 2018.

Non siate timidi, vi aspettiamo!

Grazie dei fiori a tutti

la vostra

Nabiki :*

avatar

Nabiki

Amo le cose che non interessano a nessuno, guardo tanta tv ma con un occhio solo, bevo latte e menta, dormo cinque ore a notte, ho quattro carlini in meno di Marina Ripa di Meana.

8 thoughts to “Classifichette…58- le stecche del Festival”

  1. Ti conosco troppo bene per non sapere che Finalmente Tu avrebbe battuto qualsiasi concorrenza…
    In quell’anno poi quarto arrivò un certo Bocelli con una certa Con te partirò… per dire.
    Come saprei amarti io… diceva Giorgia.

    Eppure, “cadono dall’orologio i battiti e non finiscono” rimane uno degli attacchi più belli che ricordi…
    (Mannaja alla cocaina, quella canzone l’avesse cantata Max Pezzali invece di Senzavertiquiiii, avrebbe vinto a mani basse)

    Sorriso
    D.

    1. anche pezzali in quel festival collezionò una bella serie di stecche, ma da lui me le aspettavo poi contro Giorgia si poteva far poco, son quei fenomeni che esplodono dal nulla, come la Pausy, Gabbani etc. fosse stato per me, il 1995 lo avrebbe vinto la Cuccarini col sole sulle lenzuola.
      Tre fagrole a te 😉

  2. fai finta che è normale…nn riuscire a stare più con me.
    E niente, sono passati più di vent’anni e questa frase ancora fa un male cane, tanto che mi ero dimenticato la pessima esibizione del buon Fabi… Però che canzone!

      1. Nab, non riesco a smettere di ascoltarla!!! fortuna che non abito più a Roma va’, sentiti in colpa!

  3. Hai trovato delle vere chicche! XD
    A risentirle oggi Paola e Chiara erano davvero fastidiose. Le canzoni delle Lollipop mi piacevano, devo essere onesto, non ricordo bene come sia andato il programma che ho anche seguito ma… se proprio vuoi fare un gruppo che poi deve cantare dal vivo, almeno scegli quelle brave!
    E citandoti dico anche io… mannaggia a te Morgan! Mannaggia a te!

    1. Ricordo solo che per i provini come giudice c’ era Massimo di Cataldo nel programma pop star che poi ha segnato la nascita delle lollipop. Mannaggia a Morgan

I commenti sono stati chiusi.