Di trasmettitrici con le palle, di titoli brutti, di netflix e di reality giapponesi | NabikiBLòB!

Rss

  • google

Di trasmettitrici con le palle, di titoli brutti, di netflix e di reality giapponesi

“Avete cotto il razzo” direbbe Luca Giurato.

imgresDare addosso a Barbara D’Urso è fin troppo facile, non è certo la prima volta che la “trasmettitrice con le palle” se ne esce con una delle sue trovate, come intervistare una ragazza in evidente stato confusionale, che andrebbe aiutata e protetta dagli altri e da sè stessa.

Se poi ci mettiamo una rissa in cui vengono coinvolti madre della vittima, vittima, inviate ed infermieri e le fisiologiche frasi fuori luogo della D’Urso ecco che il trash, quel trash tutt’altro che divertente, prende il sopravvento.

Credo che il video l’abbiano visto tutti quindi non lo posto, anche perché in rete ormai si trova solo la versione edulcorata da mediaset in cui giustamente la paladina delle donne-col cuore-per voi-solo per voi, non dice che alcuni uomini per troppo “amore” e per troppa “gelosia” talvolta danno fuoco alla propria fidanzata.

Epperò l’ha fatto.

Epperò il messaggio è passato.

Ma dico io, ce la vogliamo davvero prendere con Barbara D’Urso che non è una giornalista, non è una psicologa, non è altro che una trasmettitrice? che davvero nella sua beata ignoranza, la ragazza-vittima non poteva trovare appellativo migliore per descriverla?

La frase va valutata nel contesto:  la D’Urso non sapeva come far ragionare la ragazza, stava spiegando che c’erano le prove incriminanti, filmati che riprendevano il fidanzato riempire una tanica di benzina, ad una che dal reparto ustionati  risponde: “ma l’avrà presa per il motorino”  …

e vabbè, allora ti ama troppo davvero bella mia, t’ha dato fuoco perché ti amava troppo, della serie ti dico quello che vuoi sentirti dire, visto che sei convinta che non è stato lui, che spergiuri che lui non l’avrebbe mai fatto.

E questo non giustifica certo la gaffe, se di gaffe si può parlare, ma quante volte ci siamo trovati a ragionare con una vongola nella vita di tutti i giorni senza avere i mezzi per farlo? e quante volte abbiamo ceduto? lasciato perdere per non perdere tempo con qualcuno così cieco e convinto delle proprie opinioni? ecco, la D’Urso ha peccato di superficialità, cosa che fa da più o meno nove anni, da quando hanno deciso di affidarle mattine e pomeriggi di canale 5 per rincoglionire il pubblico mischiando gossip e omicidi. Ha tirato fuori il troppo amore, la troppa gelosia ed è proprio quello che mi aspettavo da una come Barbara D’Urso, niente di più, niente di meno.

Raschiare il fondo del barile è una prerogativa di Barbarella e chi lo sa, come me, come molti, semplicemente non la guarda.

Qualcuno dirà che questa è la goccia che ha fatto traboccare il vaso, ma non mi pare che abbiano mai interrotto le sue trasmissioni, nemmeno quando hanno scoperto che pagavano i familiari di vittime e carnefici per testimonianze e morbose interviste totalmente inventate. Che a nulla serve se l’ordine dei giornalisti si incazza con una che non è una giornalista. Che nulla può contro gli ascolti stratosferici che riempiono le tasche della tv privata generalista.

E che ogni pomeriggio può accadere qualcosa del genere, che l’unica soluzione è non guardarla.  Ma anche questo è difficile per chi non va oltre il tasto 5 del telecomando. E ce ne sono.

Quindi?

Quindi nulla, non è colpa di Barbara D’Urso, non è colpa della ragazza bruciata, non è colpa di nessuno se non di chi ha messo la trasmettitrice con le palle ad occuparsi di cronaca: il pubblico.

No no…non è colpa di Piersilvio che la paga, è colpa del pubblico che la guarda, che fa in modo che Piersilvio la paghi.

Vedi se smettessero tutti di guardare pomeriggio 5 come tornerebbe a fare capolavori mediaset come 1,2,3 stalla! già il fatto che tornerà a fare la dottoressa Giò “alcuni” anni dopo, è indice che anche lei forse si è un po’ rotta le palle di farsi attaccare a destra e a manca perché non sa fare la pseudo-giornalista.

imagesMa appunto cambiamo un attimo discorso…sta cosa de “Il bello delle donne ALCUNI anni dopo” a me fa troppo ridere.

Ma che cavolo di titolo è?

Ovviamente non l’ho visto, anche perché non avevo mai visto del tutto nemmeno quello di ALCUNI anni prima, però non vi pare anche a voi che suoni malissimo?

E poi manca Gabriel Garko, Virna Lisi è passata a miglior vita, ci hanno infilato dentro Manuela Arcuri (o forse già c’era)…insomma voglio sapere se merita una visione perché tra meno di un mese mi scade il mese gratuito di netflix ed anche se so che mi abbonerò è sempre meglio prepararsi.

imgresNetflix è una droga vera e propria, ormai davvero, esclusa la settimana sanremese, dubito che guarderò qualcosa in televisione.

Al momento sto rivedendo Misfits con mio marito, le prime due stagioni son state molto belle, poi mezzo cast ha abbandonato il telefilm e si son dovuti arrangiare…sono curiosa di vedere le ultime due serie finali.

Altra serie che sto seguendo (da sola perché el Mariani guarda robe tipo Sons of Anarchy che io non sopporto) è Terrace House, il tunnel del momento.

E’ un reality, ma non è ne come il grande fratello, ne come Jersey shore, anche se ha una casa e degli sconosciuti che convivono come plot iniziale…ah, non vi ho detto la cosa più importante: è giapponese.

I sei ragazzi vivono in questa super casa ma possono uscire, andare al lavoro (e mettercela tutta…c’hanno sta fissa dell’impegno), andare in giro, provare a mettersi insieme, litigare tra coinquilini…che messa così pare un reality qualsiasi, ma ripeto: so giapponesi.

Quindi ecco che partono discussioni e pippe mentali assurde, tipo uno (che di mestiere giuro, fa il ballerino di TIP TAP) che una sera chiede a tutti gli altri “qual è il tuo scopo nella vita” e la poveraccia che risponde “vorrei aprire un bar che abbia a che fare con il caffè, il calcetto e la moda” viene additata come “confusa” dal resto del gruppo.

Seguono scuse da parte del giocatore di baseball panchinaro che non sa cosa vuol fare veramente nella vita e non pensa al futuro, alla suddetta ragazza aspirante barista e stilista di calcetto, perché anche lui è confuso sul futuro ma non ha preso le sue difese davanti agli altri.

Poi ci sono gli approcci, gli appuntamenti tra coinquilini, le paranoie perché un hawaiano ha preso per mano una ragazza e lei solo dopo essersi fatta prendere per mano l’ha friendzonato dicendogli che lo vede solo come un fratello…lo doveva dire subito che non gli piaceva, ormai il rapporto è compromesso, anche perché se so messi in mezzo tutti gli altri a fare la paternale alla povera Arisa, sì perché la tizia che si è fatta prendere per mano illudendo il poro hawaiano si chiama Arisa.

Sto alla ventunesima puntata e ci sto veramente in fissa, cioè, ha preso una piega da manga assurda e più lo guardo e più ci sto in fissa!

Magari una volta finito vi spiego meglio che potrei sembrar confusa…

baci a tutti e buon week end

la vostra

Nabiki :*

 

 

 

 

Comments are closed.

Comments (6)

  1. avatar Halfangel

    Io ho provato ad abbonarmi a Netflix, così la gentil consorte si “gava la natta” (toglie lo sfizio) di guardare quella milfissima di Lorelai Gilmore ALCUNI anni dopo…ma stranamente non mi accetta manco la postepay, ergo…
    …settimana prossima prometto di fare un riassunto della tv rumena…
    Ci rivediamo il 21, quando torno!
    Sorriso

    • mmm…c’è qualquadra che non cosa. A noi ce l’hanno accettata VUOTA perché il primo mese è gratuito!
      comunque puoi anche abbonarti con uno schermo solo, ergo puoi dividere l’abbonamento con qualcuno. Se vuoi mi informo e ti dico.
      buon viaggio e mandami tante trashate dalla tv rumena :*

  2. avatar annikaLorenzi

    Terrace House non me lo devo perdere allora!

    solo che mi sono infilata in un paio di serie in costume e il tempo è sempre meno.

    Sulla D’Urso perfettamente in sintonia con te, la colpa non è sua è di chi la paga e di chi la guarda.

  3. ho perso la fiducia nel genere umano tanti anni fa ma mi chiedo che merda d’uomo sia piersilvio che butta in vacca tutto, dolore, dignità, emancipazione e rispetto .. se barbara d’urso è il braccio, la mente è l’efferata dirigenza mediaset disposta a tutto che tanto il “pubblico è ammaestrato e non fa paura” ..

    ognuno fa quello che vuole, trasmette quello che vuole, ognuno è responsabile della propria ignoranza.

    Ogni volta che leggo di reality di gente, senza apparenti talenti, chiusa in casa costretta a recitare mi viene in mente questo spezzone di gervais e rido https://dotsub.com/view/df739a7c-2321-4ec7-9f54-1c36265c7f19
    ma mostrare il pudore dei giapponesi (o come cerchino di non perderlo) è qualcosa che mi intriga molto, lo aggiungo alla lista

    • splendida serie Extras! l’ho amata con tutto il cuore!
      non so se definirlo proprio “reality”…so solo che ci sto in fissa, la cosa più bella sono i commentatori che intervengono a metà puntata, li adoro! i giapponesi sono unici! e non sono chiusi in casa, sono semplicemente coinquilini ripresi tipo “real world” o “jersey shore” con la differenza che sono giapponesi e quindi molto (apparentemente) educati ed equilibrati.